Si scrive Steinel, si legge innovazione.

 

 

La società tedesca è oggi leader per la produzione nei segmenti di mercato della gestione della luce tramite tecnica a sensori.


width="449"

 

Le plafoniere a sensori sono prodotti innovativi, eleganti, adatti per molte applicazioni, da quelle domestiche a quelle professionali. La caratteristica che le rende così speciali è la presenza di sensori che hanno la funzione di rilevare eventi o cambiamenti nell’ambiente circostante.

 

Accensione e spegnimento sono automatici, dettati dalla percezione di movimento nel raggio di copertura della plafoniera oppure dal calar del sole. Rispettivamente definite a sensori di movimento e a sensori crepuscolari. In altre parole, si accendono e si spengono senza dover premere alcun interruttore!

 

Le plafoniere dotate di tecnologia a sensori sono progettate per non sprecare energia, il che si trasforma in una riduzione di costi energetici sulla tua bolletta.

 

Troviamo un assortimento molto ricco di questi prodotti a sensori caratterizzato da variabili relative alla tecnica di rilevamento installata: infrarossi, alta frequenza e ultrasuoni.

 

I sensori ad infrarossi passivi percepiscono qualsiasi cosa che abbia una temperatura superiore allo zero assoluto. In questo caso la radiazione di calore emessa dal nostro corpo è il fattore che innesca l’accensione della plafoniera. Sono prodotti flessibili in termine di applicazione. Possono essere sfruttati in ambienti interni ed esterni.

 

Un altro tipo di sensori sono quelli definiti ad alta frequenza, i quali emettono onde elettromagnetiche e ricevono l’eco riflesso da muri e oggetti. La differenza nel riflesso causata da movimenti o spostamenti viene captata dal sensore che innesca l’accensione automatica della plafoniera. Qualora non avvenga nessun movimento nella zona di copertura, il riflesso delle onde emesse rimane costante, senza variazioni, e il sensore non emette nessun segnale. Si possono trovare plafoniere a sensori ad alta frequenza per uso interno ed uso esterno. Queste utilizzano la stessa tecnica delle prime combinata con un software più “intelligente”, abile anche nel differenziare umani da animali.

 

L’ultima alternativa presenta sensori ad ultrasuoni. Utilizzati solamente in applicazioni per interni, questo tipo di sensori hanno un capacità di rilevamento che copre l’intera stanza, rilevando qualsiasi movimento che avviene nell’ambiente circostante. Cosa che non può avvenire per esempio con la soluzione ad infrarossi i quali non riescono a rilevare movimenti al di là di ostacoli, come può essere un tavolo o una porta.

 

I sensori rappresentano una tecnologia che aiuta ad adottare una linea ecologica grazie al consumo d’energia limitato essenzialmente alle tue necessità. Sarai in grado tagliare i costi sulle tue bollette e godere di vita utile del prodotto estremamente duratura. Inoltre, le plafoniere a sensori nella maggior parte dei casi sono compatibili con lampade LED.

 

La combinazione di queste due tecnologie diventa la più efficace soluzione per illuminare qualsiasi tipo di ambiente, oltre ad offrire un tocco pratico, moderno e green!