• Spedizioni gratuite da 100 € IVA escl.122 € IVA incl.
  • Pagamento in 14 giorni
  • Garanzia totale fino a 5 anni

Lampade a sensori: pro e contro

Oggigiorno le lampade a sensori sono uno dei prodotti illuminanti più richiesti sul mercato grazie alla loro innovativa tecnologia radar e al notevole risparmio energetico. Tuttavia, prima di procedere all’acquisto è importante distinguere la tipologia di sensore integrato all’interno della lampada desiderata. Scopri i vantaggi e le accortezze da seguire con ciascuna tipologia di interruttore in questo breve blog.


sensor

Come funziona un sensore di movimento?

 

Come suggerisce il nome stesso, i sensori di movimento sono dispositivi che consentono di rilevare i movimenti all’interno di un raggio d’azione delimitato. Nello specifico, i sensori a raggi infrarossi (comunemente chiamati PIR) rilevano la temperatura all’interno di un ambiente. Quindi, la presenza di una persona comporterà un cambiamento della temperatura che farà attivare la luce in modo automatico. Tuttavia, lo svantaggio principale di questa tecnologia è la sua sensibilità termica stessa: le lampade a sensori, infatti, possono attivarsi anche in assenza di movimenti.

 

Come funziona un sensore crepuscolare?

 

Gli interruttori crepuscolari consentono di rilevare la quantità di luce naturale presente in un ambiente. Al rilevamento di livelli di luminosità insufficienti, quando incomincia a fare buio ad esempio, la luce si attiverà in modo automatico ma soprattutto graduale. Questo contribuirà a migliorare il comfort visivo.

 

Come utilizzare i sensori negli spazi esterni?


floodlight sensor

L’illuminazione per esterni è molto apprezzata non solo dai singoli consumatori ma anche dalle aziende. Il motivo principale dietro a questa alta richiesta è la sicurezza. L’illuminazione per esterni, infatti, garantisce una visibilità ottimale rendendo il ritorno a casa più sicuro ma consente anche di prevenire l’intrusione di ospiti indesiderati.

 

Per quanto riguarda le aree di applicazione, le lampade per esterni con sensore di movimento o crepuscolare possono essere installate all'ingresso di case, in giardini o vialetti, ma anche per l’illuminazione di garage e parcheggi.








Le plafoniere LED a sensori più acquistate

 


Proiettori Noxion

Lampade a parete Facade Edge Ledvance
Lampada numero civico Steinel




Come utilizzare i sensori negli spazi interni?


warehouse lighting

Le lampade a sensori sono utilizzate solitamente negli ambienti lavorativi come supermercati, magazzini e fabbriche. Le plafoniere LED a sensori sono molto comode in quanto consentono di ridurre gli sprechi energetici: solo l’area desiderata verrà iIluminata e solo per il periodo necessario. Quindi, quando i dipendenti si muoveranno sul posto di lavoro si attiveranno solo le luci necessarie per garantire una visibilità ottimale.


Le lampade crepuscolari, invece, non sono molto comuni nelle applicazioni interne ma possono risultare particolarmente utili negli uffici. Ad esempio, i pannelli LED con driver DALI integrato una volta posizionati vicino alle finestre consentono di regolare la luminosità a seconda della quantità di luce presente in un ambiente. Così facendo sarà possibile possibile approfittare del massimo risparmio energetico senza rinunciare ad un’illuminazione di qualità.



Le lampade a sensori per interni più acquistate





Lampada LED Steinel RS


Pannelli DALI Noxion


Tubi LED a sensori Philips